Stampa questa pagina
Mercoledì, 29 Gennaio 2020 08:10

IL “GIORNO DELLA MEMORIA” ALL’IC ROVIGO 4

Scritto da

Il “Giorno della Memoria” è una ricorrenza internazionale che è stata istituita il 1° novembre 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e da allora ogni anno si celebra questa giornata per condannare tutte le manifestazioni di intolleranza etnica o religiosa e per ricordare la Shoah, affinché nulla di simile possa ripetersi.

Anche i ragazzi della scuola secondaria di primo grado “A. Riccoboni” hanno dato vita alla commemorazione della “Giornata della Memoria” alcuni giorni or sono. Ogni classe ha preparato degli interventi da condividere tutti insieme nell’atrio della scuola, con il lodevole impegno di tutto il corpo docente.

Sono state proiettate delle immagini di bambini e ragazzi nei campi di concentramento e letti alcuni toccanti passaggi riguardanti la vita delle persone deportate.

I ragazzi, preparati dalle docenti di Musica Francesca Munari e Anna Cattozzo, hanno alternato ai brani letti, brani musicali suonati con il flauto, quali “Auschwitz” di F. Guccini e “Schindler’s list” di J. Williams.

Alcuni ragazzi delle classi prime e seconde, preparati dall’insegnante di Francese Federica Pavarin, hanno letto delle lettere in lingua francese di ragazzi ebrei presenti nei lager; con il videoproiettore sono state proiettate le lettere scritte sia in francese che in italiano, perché tutti potessero comprenderle appieno.

Gli alunni che frequentano il laboratorio pomeridiano di Canto, tenuto dalla prof.ssa Anna Cattozzo, hanno eseguito un canto popolare ebraico dal titolo “Gam-Gam”.

Un gruppo di ragazzi che frequenta l’ora settimanale di Attività Alternative alla religione Cattolica, seguiti dalla prof.ssa Angela Rosito, ha cercato nella biblioteca della scuola i libri che trattano il tema della Shoah e ha presentato delle brevi recensioni sui libri: “Se questo è un uomo” di Primo Levi, “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman, “Il diario di Anna Frank”, “Il pianista” di Wladyslaw e “Ultima fermata: Auschwitz” di Frediano Sessi.

Sulle note della canzone “Tzadik Katamar” i ragazzi delle due classi prime hanno ballato una danza israeliana, preparati dalla prof.ssa Letizia Mercusa.

Verso la fine sono state lette le biografie di tre persone che subirono la violenza dei campi di concentramento e riuscirono a sopravvivere: Elisa Springer, Liliana Segre e Primo Levi, con l’immancabile lettura della poesia “Se questo è un uomo”, curata dalle prof.sse Micol Visentin e Rosita Orlando.

Alla fine una coreografia d’effetto, preparata da alcune ragazze di seconda insieme alla loro insegnante di Ed. Fisica prof.ssa Paola Di Biase, ha fatto riflettere tutti i partecipanti sull’importanza del rispetto degli altri per vivere bene tutti insieme. 

memoria riccoboni1     memoria riccoboni2

Letto 388 volte